Gruppo Teatrale Anoiano
Vai ai contenuti

Calabria letteraria n° 10-11-12
Ottobre - Novembre - Dicembre 1999


La Città del Sole anno VI°
Maggio 1999

Rappresentata dal Gruppo Teatrale Anoiano

Maria Maddalena di Raffaele Zurzolo
   

Per iniziativa del Gruppo Teatrale Anoiano, nei giorni della Settimana Santa, sui palcoscenici di Anoia, Cittanova, Cinquefrondi e Polistena è stata presentata Maria Maddalena, dramma in cinque atti di Raffaele Zurzolo. L'opera, che anche per via della sua complessità non veniva presentata da diversi anni, è stata messa in scena per la prima volta nel 1967 a Polistena, città nella quale vive ed opera l'autore, ordinario di italiano e latino negli istituti superiori che, oltre ad essere drammaturgo, ha al suo attivo numerose pubblicazioni di narrativa e poesia. A distanza di 32 anni dalla sua prima rappresentazione, il dramma, ripreso dai giovani di Anoia, ha affascinato oltre che per la intensa interpretazione dei protagonisti, per la sottile poesia di cui è soffusa ogni scena e per l'originalità della trama incentrata sulla vicenda umana di Maria Maddalena, inizialmente donna dedita ai piaceri della vita e poi fedele seguace di Cristo.
La vicenda è immaginaria giacché i Vangeli parlano poco di questa figura. Anche gli altri personaggi sono frutto dell'immaginazione di Raffaele Zurzolo, ad eccezione, ovviamente, di Gesù e Giuda. Di quest'ultimo, poi, l'autore dà un'immagine assai particolare perché lo vede come un predestinato. Il personaggio di Gesù, invece, tranne che in alcune scene particolari, è molto umanizzato. L'autore, infatti, ha voluto sottolineare più i risvolti umani che gli aspetti divini del Figlio di Dio. La stessa vicenda del Calvario, d'altra parte, interessa l'aspetto umano di Gesù. E Raffaele Zurzolo, da profondo conoscitore delle pagine evangeliche (tanto da averne ricavato una versione in versi dialettali calabresi) non poteva fare altrimenti.
Per il resto, a rendere quanto mai credibile la figura di Gesù, ha provveduto la sensibilità interpretativa di Michele Politanò il quale, dosando sapientemente i toni e le espressioni, ha saputo dare credibilità e pathos ad un ruolo non certamente facile perché ricco di sfaccettature psicologiche. Bravissima ed assai credibile nella interpretazione del lungo e complesso ruolo di Maria Maddalena anche Paola Politanò, giovane che alle innate capacità artistiche ha dimostrato di poter abbinare spiccate doti interpretative grazie alle quali ha dato credibilità al personaggio della donna che, colpita dalla luce di Gesù, cambia radicalmente modo di pensare e di agire.
Quanto mai convincente Mimmo Sirignano nel ruolo di Samuele, ed oltremodo realista nel proprio doppio ruolo di regista-attore Totò Dromì nel ruolo di Giuda.
Attorno a loro, con la precisione di un orologio, ha operato un variegato gruppo di giovani già in possesso di una buona padronanza dell'arte scenica. Anche per questo la mini tournée ha confermato che il "Gruppo Teatrale Anoiano" - ottimamente diretto da Totò Dromì e che vanta un esperienza pluriennale - ha raggiunto una tale maturità da consentirgli di guardare con fiducia al prosieguo della sua attività artistica con specializzazione nel difficile settore delle rappresentazioni classiche.
Le quattro rappresentazioni sono state patrocinate dalle amministrazioni comunali di Anoia, Cittanova, Cinquefrondi e Polistena. A conclusione della messa in scena di Anoia, il locale "Gruppo Teatrale" ha offerto una targa ricordo all'autore del dramma, Prof. Raffaele Zurzolo, che, evidentemente commosso, ha ringraziato perché, dopo anni di silenzio, hanno ridato vita e voce alla "sua " Maria Maddalena. Una voce che, a parere di molti, merita di essere ascoltata da molte altre platee.

Umberto Di Stilo





Gruppo Teatrale Anoiano
Via Padre Pio, 1
89020 Anoia (RC)
C.F. 01577790809
Torna ai contenuti